Perché vengono le smagliature?

Grazie al movimento #bodypositive e all’esempio di tante celeb oggi mostrare le smagliature non è più un problema. Prevenirle o attenuarle però si può. I consigli da chi ne sa di più

Prima ancora che esplodesse il movimento #bodypositive, le smagliature, insieme alla cellulite, sono state le prime imperfezioni ad essere esibite senza timore sui social. Ne sanno qualcosa le celeb come Chrissy Teigen e Kylie Jenner che sui loro profili hanno deciso di non mascherarle più spiegando la verità sul tema e soprattutto sul post gravidanza, quest’ultimo un momento estremamente delicato per le neo-mamme. Lo stesso è accaduto all’attrice Katie Holmes che ha confessato di averle viste comparire sul suo ventre dopo la nascita di Suri Cruise.

Anche le giovanissime possono essere colpite da questo inestetismo. Gigi Hadid, 24 anni, e Bella, 23 anni, eletta da poco la donna più bella del mondoper esempio,le hanno su cosce e fianchi: «Le giovani donne sono la categoria più a rischio ma, più raramente si possono osservare anche nei pazienti di sesso maschile», spiega Simona Ioculano, dermatologa di MioDottore. 

COME SI FORMANO
«Le smagliature sono delle striature bianche o rosse, secondo l’epoca di comparsa delle stesse, provocate da un cedimento del tessuto elastico del derma, lo strato cutaneo che si trova sotto l’epidermide. Il colore rosso di queste striature è presente nelle forme recenti, quindi nella fase iniziale di comparsa mentre il bianco si presenta in una fase più avanzata del decorso e rappresenta un vero e proprio esito cicatriziale», prosegue la dermatologa.

LE CAUSE
«Predisposizione genetica, cambiamenti del peso corporeo, in particolare se rapidi, accrescimenti staturali rapidi come quelli tipici dell‘epoca adolescenziale, sono le cause più frequenti di comparsa. Tuttavia sono noti casi associati a particolari malattie endocrinologiche». 

I TRATTAMENTI PER PREVENIRLE O CANCELLARLE
«Nei pazienti giovani è sicuramente da consigliare l’idratazione costante della cute attraverso l’uso di oli emollienti. Ciò è sicuramente utile a limitarne la comparsa, ma non a eliminare quelle in essere. Su queste ultime si può agireattraverso l’applicazione di creme contenenti degli acidi esfolianti, purché le smagliature siano recenti. Sulle forme cicatriziali, bianche, si dimostra molto efficace l’uso del laser frazionato, che causa delle microfratture di questi tralci fibrosi obbligando il tessuto a rigenerarsi. Ciò si traduce nella scomparsa del ”gradino” percepibile alla vista e al tatto e nell’attenuazione del colore bianco brillante».

COME SUPERARE IL TRAUMA DELLA SMAGLIATURA
«Il pensiero fisso, che accompagna un importante disagio psicologico e sociale, ha la sua massima espressione nel periodo estivo in concomitanza con l’esposizione solare, quando scoprire il proprio corpo, diviene realmente difficile. Oggi sono numerose le terapie sia psicologiche sia comportamentali, bioenergetiche, post traumatiche che associate a farmaci adeguati al quadro clinico, supportano il paziente in un percorso di crescita e di consapevolezza. In alcuni casi, sarà utile avvalersi anche di rimedi omeopatici o complessi floreali che, associati a trattamenti di medicina rigenerativa, possono portare a un’importante miglioria della problematica, anche da un punto di vista medico estetico», spiega Rita Viscovo, psicoterapeuta

[fonte: https://www.vanityfair.it/beauty/viso-e-corpo/2019/11/20/come-togliere-smagliature-rosse-post-parto-come-prevenire]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *